I migliori set fotografici per bambini: opinioni, consigli, recensioni dal web

Fare foto ai bambini è molto bello per poi ricordarli nel tempo. In questo articolo elencheremo molti consigli utili per la regolazione della fotocamera, in merito a luce ed esposizione e anche in merito ai soggetti che andremo a fotografare. Il consiglio è sempre quello di immortalare i bambini con le loro pose spontanee, senza metterli in posa.

Location per foto ai bambini

Se avessimo deciso di effettuare degli scatti professionali dovremo dare molta importanza alle location. Pensiamo se vogliamo utilizzare la luce naturale oppure quella artificiale e poi decidiamo se scattare in esterna o interno. Nel caso di foto interne si dovranno disporre sedie o giocattoli con cui si vogliono fotografare i bambini. Nel secondo caso, dunque in esterna, dovremo prediligere un albero colorato. Ricordate che i bambini si annoiano molto facilmente, quindi vi conviene far trovare loro la stanza già pronta.

Lista di foto da fare

Per non farci trovare impreparati potremo preparare una lista degli scatti che vogliamo eseguire. Il consiglio è quello di cominciare con le foto in posa, perché inizialmente anche il bambino sarà più attento e disponibile. Successivamente passeremo alle foto con oggetti come panche, sedie o anche in posizioni particolari e concludi con gli scatti cosiddetti liberi. Dovremo essere molto flessibili e adattarci anche ai loro comportamenti. Dovremo creare ambienti allegri e divertenti. Ricordiamoci, che, le espressioni dei più piccoli possono essere buffe e genuine e sono quelli gli scatti più belli.

Consigli in generale

Dobbiamo prestare molta attenzione anche alle proporzioni, perché non ci staremo rapportando con un soggetto alla nostra altezza, bensì con uno molto più piccolo e minuto. Quindi, un suggerimento per avere delle foto centrate e che siano anche proporzionate è quello di sedersi o inginocchiarsi a terra mentre si esegue la sessione fotografica, per essere alla stessa altezza del bambino. Non si dovrà mai inquadrare mai dall’alto verso il basso o alcuni particolari potrebbero diventare enormi o fuori misura. Inoltre, ci dovremo posizionare all’altezza del bambino, così che ci consentirà una maggiore interazione e ci permetterà di instaurare quel rapporto confidenziale alla base di ogni cosa. Sia per quanto riguarda gli scatti all’aperto che per quelli realizzati in casa, ci si deve sempre avvicinare al soggetto ed evitare di frapporre tra noi e lui troppi elementi. Questo perché le foto ai bambini sono interessanti dal momento che li rappresentano nella loro semplicità e spontaneità. Dunque andare a inserire troppi elementi potrebbe essere superfluo e distrarre l’osservatore.

Sfondo

Dovremo utilizzare sempre uno sfondo semplice. All’aperto basterà trovare un angolo di un parco, oppure un parco giochi con colori vivaci, come su un’altalena. Lo sfondo deve essere il più semplice possibile, realizzato magari anche con un lenzuolo o una coperta di un colore tenue.

Luce

La luce di qualsiasi ambiente va compresa a fondo, dato che la luce si compone di quattro elementi fondamentali, ovvero si tratta della sua quantità, la sua qualità, la sua temperatura e la sua direzione. Per poter immortalare dei bambini si consiglia sempre di utilizzare la luce naturale. La luce esterna dalle sfumature quasi dorate è l’ideale per fotografare bambini. Se il set sarà allestito in un ambiente interno dovremo sfruttare il più possibile la luce naturale.

Impostazioni tecniche

Adesso, si devono capire alcuni dati tecnici sulle semplici impostazioni della nostra fotocamera. Quindi, dopo aver seguito tutti i consigli, sapremo e saremo d’accordo sul fatto che:

  • il bambino dovrà essere il soggetto principe e principale dello scatto
  • lo sfondo servirà solo da contorno

Dunque, la modalità con cui imposteremo la fotocamera sarà quella della priorità di diaframma. Infine, un ultimo suggerimento riguarda il fatto di scattare in modo che lo sfondo risulti quasi sfocato, ma invece il viso del bambino o dei bambini dovrà essere nitido e in primo piano.

In conclusione

Siamo arrivati alle conclusioni, dunque l’ultimo consiglio, che può sembrare banale ma che è causa di molte foto sfocate, è quello di non avere una mano quanto mai ferma. Potrà succedere soprattutto se siamo alle prime armi, ecco che potrà essere utile fare uso di un supporto, che può essere una semplice pila di libri o anche un vero e proprio treppiede portatile che utilizzeremo solo se ci servirà. In commercio ne esistono di leggerissimi, che sono anche meno di 300 grammi di peso, totalmente smontabili e questo ci consentirà di portarli sempre con noi senza essere troppo ingombrante. In ultimo, da non dimenticare, è che per ogni foto che si rispetti dovremo divertirci nello scattare. Ricordate che i bambini si annoiano molto facilmente, quindi vi conviene far trovare loro la stanza già pronta per gli scatti, come abbiamo detto, con tutti gli elementi che vogliamo inserire nel posto giusto, per esempio i giocattoli, le sedie, oggetti particolari che ci serviranno per rendere più vere e spontanee le foto, inoltre saprete anche la loro soglia d’attenzione è piuttosto bassa, quindi non ci dovremo arrabbiare se non seguiranno le istruzioni alla lettera.

Appassionata della lettura e dell’arte. Amante della scrittura. Scrivo dai periodi delle medie, ma dopo il liceo ho iniziato a perfezionarmi. Ho collaborato con qualche casa editrice, due pubblicazioni certificate e molte altre in self.  Da sempre ho creduto nella passione per la scrittura degli articoli. Sono felice di poter scrivere articoli su più temi.

Back to top
menu
fotostudioeilluminazione.it